Sbocchi professionali

Biologo junior
funzione in un contesto di lavoro:
I laureati triennali in Biologia possono iscriversi, dopo superamento dell'Esame di Stato per Biologo junior, alla sezione B dell'Albo dei Biologi. La figura professionale è definita dalla normativa nazionale vigente recepita dall'Ordine Nazionale dei Biologi, che certifica la professionalità del Biologo junior. Competenze specifiche nella professione del Biologo junior comportano la capacità di svolgere la propria attività in autonomia, ma senza ricoprire il ruolo di coordinatore. Per raggiungere maggiori livelli di responsabilità è necessario acquisire ulteriori competenze tramite successivi percorsi di formazione. In particolare, il laureato triennale in Biologia può accedere a master di I livello o a Corsi di Laurea Magistrale della classe LM-6 Biologia e di classi affini e quindi, dopo superamento dell'Esame di Stato per Biologo, iscriversi alla sezione A dell'Albo dei Biologi.
L'attività professionale dei laureati in Biologia iscritti all'albo dei Biologi, sezione B (Legge 24 maggio 1967, n.396, DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 giugno 2001, n. 328) può essere svolta in diversi ambiti di applicazione, quali attività produttive e tecnologiche di laboratorio (bio-sanitario, industriale, veterinario, alimentare e biotecnologico, enti pubblici e privati di ricerca e di servizi) e servizi a livello di analisi, controllo e gestione. In particolare i principali compiti e attività riguardano le procedure analitico-strumentali connesse alle indagini biologiche; alle indagini tecnico-analitiche in ambito biotecnologico, biomolecolare, biomedico anche finalizzate ad attività di ricerca; alle indagini tecnico-analitiche e di controllo in ambito di prevenzione-conservazione-ripristino dell'ambiente e della biodiversità; alle indagini tecnico-analitiche in ambito chimico-fisico, biochimico, microbiologico, tossicologico, farmacologico e di genetica; in generale alle procedure di controllo di qualità.

competenze associate alla funzione:
. Competenze e abilità operative e applicative in ambito biologico, con particolare riferimento a procedure tecniche di analisi biologiche e strumentali ad ampio spettro, sia finalizzate ad attività di ricerca sia di monitoraggio e di controllo;
- Capacità di lavorare in gruppo, di operare con definiti gradi di autonomia e di inserirsi prontamente negli ambienti di lavoro;
- Possesso di competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione, inclusa la capacità di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, per lo scambio di informazioni generali nell'ambito specifico di competenza;
- Possesso degli strumenti conoscitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.
sbocchi professionali:
Il corso di laurea in Biologia intende far acquisire ai laureati i profili professionali propri delle professioni tecniche delle scienze della vita, conferendo le competenze per accedere alla qualifica di Biologo junior. Il laureato triennale potrà trovare impiego in aziende agroalimentari, farmaceutiche e biotecnologiche, in istituti di analisi biologiche cliniche e ambientali.